Noleggio Auto Cagliari

 

Cagliari, la Città del Sole

Cagliari, la Città del Sole. Situata nello splendido Golfo degli Angeli, capoluogo della provincia e di regione, è fulcro della movida, attirando migliaia di persone quotidianamente, soprattutto grazie alle sue molteplici facce: archeologia, storia, costume, natura e specialità enogastronomiche attendono coloro che la visitano. Più che vederla, Cagliari va vissuta, immergendosi nelle stradine strette e tortuose del centro storico, che devono la loro struttura a Pisani, Catalani e Aragonesi. Da Cagliari ci si può agilmente muovere alla scoperta della costa del Sud Sardegna, tra spiagge cristalline, paesaggi naturali incontaminati e sapori tipici dell’Isola di Sandalia.


Itinerari

Il primo itinerario ti porterà alla scoperta delle “tante” Cagliari. Come diverse cittadine che vantano migliaia di anni di vita, anche la città degli Angeli presenta diverse tracce della sua storia. Grazie a diverse realtà attive nell’ambito turistico e speleologico, i percorsi sotterranei sono usufruibili per potersi immergere nel cuore della città, lasciare la superficie e trovarsi a calpestare con i propri piedi le strade scavate e percorse dagli Antichi Romani.

Immancabile una visita al Museo Archeologico e alla Pinacoteca Nazionale, situati sul colle di Castello. Disposta su più piani, la Pinacoteca offre un tuffo spettacolare attraverso imponenti pale d’altare, oltre che un altro squarcio dell’antica Karalis d’età romana.

Uscendo dalla Piazza Arsenale e scendendo per via Badas (chiamata dai cagliaritani “S’Avanzada”), si giunge ai Giardini Pubblici. Al loro interno troviamo la Galleria Comunale d’Arte, dove è presente -in maniera permanente – la Collezione Ingrao. Da visitare assolutamente, per ammirare le opere di Francesco Ciusa, oltre che pezzi pregiati che raccontano l’arte tra fine Ottocento e metà del secolo scorso.

Nel cuore del quartiere di Stampace si trova la “prigione di Sant’Efisio” e la Chiesetta intestato al santo Patrono. Il 1° Maggio, giorno della Festa dedicata al Santo, migliaia di sardi, provenienti dai diversi centri dell’Isola, sfilano in processione. Tradizione vuole che il Santo fu invocato dalla cittadinanza nel 1656, quando “Efis” (così chiamato amichevolmente) scacciò la peste che gravava sulla città.

Cagliari è arte, è storia, ma è anche mare, cristallino e cangiante. Il sup è l’attività perfetta per scoprire la Costa, partendo da calamosca per giungere alla spiaggia del Poetto. In questo lungomare la movida è di casa, tra i chioschi posti sulla spiaggia e l’Arena Village, cuore degli eventi musicali e concerti.

Spostandosi di poco dal Poetto, ci si trova al cospetto del Parco Naturale di Molentargius. Recuperato negli ultimi decenni il Parco è una vera e propria oasi di pace e tranquillità, tra aree attrezzate con giochi per i più piccoli e la possibilità di fare Bird Watching. Difatti, l’area di Molentargius è legata strettamente ai fenicotteri che, ogni anno , nidificano nell’Area protetta del Parco.

Percorrendo la litoranea 125, tra panorami mozzafiato e mare turchese, si giunge all’Area Marina protetta di Capo Carbonara, una delle propaggini più a sud-est dell’Isola. Assolutamente da provare sono le escursioni in barca, dove potrete tuffarvi in un mare caraibico.

Vicino a Capo Carbonara sorgono spiagge incantevoli, scelte quotidianamente dai turisti e dai residenti. Due su tutte: la splendida e suggestiva spiaggia di Porto Giunco, racchiusa tra lo stagno di Notteri e il Tirreno e la spiaggia di Simius, che si trova dentro il comune di Villasimius.

Risalendo verso nord, vi consigliamo di visitare le coste del Sarrabus, una vera miniera di sorprese. Imperdibile, per gli amanti della storia e delle immersioni, una visita al relitto di Antefisse, imbarcazione del I secolo d.C. Il Mare prospiciente Costa Rei, poco più a nord, regala scenari unici sia per le immersioni che per lo snorkeling, visto il ricco ecosistema marino. Infine, non può mancare un’escursione verso Capo Ferrato, anch’esso noto per i suoi reperti storici nei fondali.

La suggestione e la bellezza vi guideranno alla scoperta di Pula, piccolo gioiello incastonato nel sud ovest della costa, oltre che della vicina Nora, sito archeologico ben mantenuto. Tra spiagge candide e uno sguardo alla costa e al mare da un punto di vista decisamente particolare.

Percorrendo la SS 130 o Iglesiente, si attraversa il Sulcis sino alla scoperta di Cala Domestica, meravigliosa spiaggia nascosta che dà sulla costa Est, conosciuta per i fondali più profondi e le correnti marine più intense. Cala Domestica resta riparata ed è davvero un luogo perfetto per una giornata da ricordare.

Amate le onde? Buggerru è la meta ideale per i surfisti. Grazie alle correnti marine e alla sua locazione, Buggerru permette agli amanti della tavola di potersi divertire ed esercitare, attirando appassionati dai quattro angoli del globo

La regione del Sulcis, sita nel sud-est dell’Isola, è ricca di storia e di unicità, tra terra, mare e cielo.
Terra conosciuta sin dall’epoca pre-romana per le sue miniere, Il Sulcis offre squarci meravigliosi, come le miniere di Monteponi. Conosciute e sfruttate sin dall’antichità, le Miniere sono state utilizzate sino al secolo scorso. Di grande impatto, meritano di essere visitate, grazie anche alle guide preparate e un percorso emozionante.

Sant’Antioco, isoletta collegata alla Sardegna da un ponte carreggiabile, è un gioiello. Calasetta, il centro più importante, è un borgo gradevole, dove poter gustare il Pilau, piatto autoctono a base di fregula e prodotti ittici delle sue coste. Dal porto di Calasetta, prendete il traghetto e approdate nell’Isola di San Pietro e a Carloforte, il suo centro più importante dell’Isoletta. Piccolo borgo in cui è possibile ascoltare il Carlofortino, ceppo linguistico che tanto deve ai Genovesi, di casa nell’Isoletta per secoli. Tra paesaggi aspri e un centro cittadino estremamente gradevole, vi invitiamo a scoprire il Cascà, il cous cous carlofortino che affonda le sue radici nell’Isola di Tabarca, al largo delle coste tunisine.

Sardegna, Isola Millenaria, abitata sin dai primordi e con una civiltà, quella nuragica, che lasciò tracce importanti del proprio passaggio.

Le emozioni sono parte integrante dello spettacolare sito di Barumini, nel cuore della Marmilla.
Un vero e proprio complesso cittadino costruito in età nuragica. Scoperto da Giovanni Lilliu, figura cardine dell’archeologia nuragica sarde, offrono un tuffo nel passato davvero suggestivo.

Infine, per restare sempre a stretto contatto con la natura, immergetevi nei profumi dei fiori e dei tulipani, oltre che a far correre lo sguardo attraverso le sfumature dei loro petali. A Turri vi attende l’omonimo giardino botanico, davvero un’esperienza da vivere.

A proposito di radici: avete mai sentito parlare dei Cavallini della Giara? Si tratta di una razza di equini autoctona, più piccola rispetto alla media e dal pelo chiaro. Il loro habitat, protetto dal Parco della Giara di Gesturi, è tipico della zona, con una ricca presenza di macchia mediterranea e piante officinali.

Restando in zona, vi invitiamo a scoprire Sanluri e il suo Castello, detto di Eleonora D’Arborea, giudicessa e simbolo dell’autonomia medioevale Isolana. Di proprietà dei Conti Villa Santa, è l’unico degli 88 castelli medioevali sardi ancora abitabili.

La Sardegna, vista la sua peculiarità e unicità, offre profumi e sapori d’eccellenza certificata. Alla scoperta dei sapori tipici, ti consigliamo una visita al Museo dell’Olio di Serdiana, dove potrete degustare “l’oro verde”.

Sempre in tema di sapori eccellenti, poco distante dal Museo dell’Olio, sorge la cantina Argiolas, eccellenza isolana per quanto riguarda il Vino. Immancabile una Visita guidata, per conoscere (e degustare) ogni fase della trasformazione dell’Uva in un Rosso meraviglioso e corposo.

Recita un detto popolare: “Pani, casu e binu a rasu”, ovvero “Pane, formaggio e (un bicchiere di) vino all’orlo”. Il Medio Campidano offre prodotti caseari spettacolari, grazie a condizioni climatiche ideali e una razza ovina autoctona. Tanti i caseifici in zona, sia nella stessa Serdiana che nella vicina Dolianova, cittadina conosciuta per la sua omonima Cantina.

Uno dei sapori, se non il sapore, più noto dell’Isola è quello del liquore di Mirto, ricavato dalle bacche macerate dell’omonima pianta. Vi Vorremmo far conoscere un’altra tipicità dell’Isola. Si tratta del Villacidro Murgia, un liquore giallo che viene prodotto dal 1882 (di fatto fu la prima licenza per la produzione di alcolici rilasciata in Sardegna). Dal colore giallo caratterizzante, il Villacidro (legato indissolubilmente al piccolo e piacevole centro) deve la sua curiosa colorazione allo zafferano, l’Oro Rosso.

Visto che si è vicini a Villacidro, perché non organizzare un pic-nic con le prelibatezze del Campidano e spostarsi verso la Cascata de Sa Spendula? La Natura vi abbraccerà, tra paesaggi incontaminati e sapori che portano indietro nel tempo di secoli, se non millenni.

Sa Spendula, che significa “Cascata”, è un salto nel fiume Coxinas, che attraversa le montagne vicino Villacidro prima di giungere nel Campidano. Grazie ai suoi “salti” decantati anche da D’Annunzio, oggi Sa Spendula è la meta per chi vuole vivere il Wild Canyoning, ovvero la discesa, assieme a guide specializzate, del fiume grazie a funi, corde e moschettoni.

Vuoi vedere l’Isola da un POV decisamente particolare? Perché non provare l’ebbrezza di un lancio con il paracadute? Vedere l’Isola dall’alto offre uno spettacolo ragguardevole, oltre che una sferzata di adrenalina, immancabile durante un’escursione.

Se l’adrenalina non può mancarvi, così come la vostra due ruote, proprio nel territorio di Sardara sorge il Parco Cross Il Castello, una pista per le moto cross nata di recente. 1770 metri vi attendono se avete voglia di provare e superare i vostri record personali.

Infine, dulcis in fundo, quale migliore occasione per poter usufruire di sorgenti termali abilmente utilizzate già in epoca Romana? Tra storia e benessere, vi consigliamo le Terme di Sardara, una vera panacea per ristorarsi.


Consigliati da Ruvioli


 


Perchè Noleggiare un’Auto a Cagliari
Il modo migliore e più pratico per raggiungere Cagliari, che tu venga in vacanza o per affari, è sicuramente in aereo. Grazie ai numerosi voli operati da tante compagnie, anche low cost, atterrare all’aeroporto internazionale di Cagliari Elmas è spesso molto più economico, oltre che più veloce di viaggiare in nave con auto al seguito. Il nostro consiglio è quello di viaggiare senza mezzi propri e noleggiare un’auto a Cagliari presso l’aeroporto dove le tariffe sono spesso più basse rispetto al centro città. Il nostro autonoleggio offre diversi vantaggi imbattibili tra i quali ad esempio: tariffe trasparenti, auto sempre nuove, un’assicurazione mini kasko inclusa, assistenza 24 ore su 24, prenotazione online gratuita e garantita. Quando confermiamo la prenotazione infatti, oltre a non richiedere alcun acconto, garantiamo l’effettiva disponibilità dell’auto all’arrivo. Sembra scontato ma non lo è! Tantissimi viaggiatori infatti restano molto spesso a piedi a causa di incomprensioni, problemi burocratici, overbooking. Inoltre, presso i nostri uffici, il ritiro dell’auto a noleggio è praticamente immediato, nessuna attesa, niente code chilometriche e ore di attesa, le pratiche per il noleggio auto a Cagliari, come nelle nostre altre sedi di Olbia e Alghero, sono molto rapide, solo qualche minuto. Salvo previ accordi, è inoltre possibile pagare il noleggio dell’auto e la franchigia anche senza carta di credito. Per usufruire delle nostre migliori tariffe ti consigliamo di prenotare l’auto con anticipo utilizzando il nostro sistema di Booking Gratuito.
Per ulteriori informazioni ti invitiamo a prendere visione dei Termini e le Condizioni e della sezione Faq.

Cerca l'Auto
App Ruvioli Rent a Car
Ruvioli Rent a Car
Prova la nostra Web App
Si installa con un solo click
Installa
App Ruvioli Rent a Car App Ruvioli Rent a Car App Ruvioli Rent a Car App Ruvioli Rent a Car